Le Style de la Parisienne: guida ad uno stile senza tempo

Ilaria Nicita
Università Link Campus

Sarà il fascino di immaginarsi a far colazione nel famoso Café de Flore, ordinare un croissant e nel frattempo tenere in mano un libro di Baudelaire, per sentirsi catapultati in un’altra realtà, assaporando l’odore di una Parigi dal fascino degli anni ‘20.

Proprio come nel film di Woody Allen – Midnight in Paris – nel quale il protagonista si trova ogni notte a interfacciarsi con un’epoca, denominata per l’appunto le “Belle Époque”, dove la città in questione è stata il palcoscenico di artisti provenienti da ogni parte del mondo che si radunarono nei café per parlare di Arte a 360° gradi.

È proprio nello stesso periodo che la stilista Coco Chanel, paladina del less is more, stava dettando le regole di una nuova moda.

Lei incarnava precisamente la nuova donna, libera e indipendente, che aveva bisogno dei giusti vestiti per potersi muovere nel mondo. L’ambiente, e in questo caso la città, è stato fondamentale per lo sviluppo di una nuova femminilità. Secondo la stilista, infatti, la moda “non è qualcosa che esiste soltanto nei vestiti”, ma “ha a che fare con le idee, con il nostro modo di vivere, con ciò che sta accadendo”. Per cui, per immergersi nello stile parigino, è necessario in primo luogo pensare di vivere come delle vere parigine.

Da Jane Birkin a Brigitte Bardot, icone di uno stile senza tempo che hanno sempre rappresentano una donna indipendente, sfacciata, che sa esattamente cosa vuole. In questo caso i canoni classici di bellezza erano stati spazzati via dalla sfrontatezza con la quale si mostravano imperfezioni e semplicità, dedite a diventare il loro punto di forza.

Così come il dandy inglese esprimeva ciò che era attraverso gli indumenti scelti, in modo anche eccentrico ed esuberante, nella maniera esattamente opposta, le parigine tendono a non ostentare ciò che sono, ma semplicemente “sono”.

È il loro modo di essere chic senza pretese che non passa mai inosservato. I capi basici, il trucco nude, un look curato ma non troppo, che le fa sembrare delle donne non perfette, ma reali. Così indaffarate nella vita di tutti i giorni che non hanno tempo per asciugare i capelli, portati rigorosamente sciolti o con un semplice chignon. Il loro stile ha delle regole ben precise che non sembrano sfiorire con il passare del tempo.

ha a che fare con le idee, con il nostro modo di vivere, con ciò che sta accadendo

Alexa Chung, it girl e designer inglese, ha da poco pubblicato un video nel suo canale youtube dove, con l’ausilio di Camille Charriere, influencer francese, spiega come basta una t-shirt bianca, un jeans, una giacca dal taglio maschile, una basket bag e les jeux sont fait. Perché per essere chic non servono sovrastrutture, ma solo la volontà e il coraggio di essere stessi.

Come scrisse Inès de la Fressange nel suo libro “le Parisienne”: il gioco sta proprio nel “divertirsi con la moda e non subirla, seguire solo qualche regola e trasgredire le altre”.

E così ci si rende conto che alla fine è proprio questo lo Stile.

Related Posts

Leave a comment